HOME PAGE SECONDA PAGINA LINKS

Epidemia.

Mario......., Mario delle ciliege! Guarda chi si rivede, dopo tanto tempo, ma dove ti eri nascosto?

Ciao Betty del newsprovinciale , felice di vederti, come butta?

Bene e vedo che anche a te non va male, hai messo su anche qualche chilo, penso che sia un buon segno.

Che sia buon segno non lo sò, però non lo far sapere in giro altrimenti mi conciano per le feste!

Ma dimmi un pò è da tanto che non ti vedo, qualche problema?

No, niente di particolare, sono stato per un periodo fuori zona. E poi si fa presto a dire: "uscite più spesso, andate in giro", quando, addirittura, ti colpiscono "verbal...mente" alla schiena.

Che vuoi dire? Spiegati,

Ti racconto alcuni fatti successi poco tempo fa, che ho letto su internet.

Delle persone tra cui alcune disabili, sono partiti per una vacanza, arrivati sul posto si sono visti sbarrare la strada, non da un albero caduto accidentalmente, non da una manifestazione No Global, non da un sitting degli indios amazzonici, nemmeno dai bidoni per la raccolta differenziata (che puoi trovare nei posti più incredibili tranne dove servono), tanto meno dagli onnipresenti segnali per lavori in corso. No niente di tutto questo, ma udite udite da un vigile, che tanto vigile (svejo) non si è dimostrato, il quale intimando l'alt li informava che da lì non potevano passare e poi se proprio doveva fare uno strappo alla regola l'avrebbe fatto per una macchina non per due, come dire che le persone che hanno dei problemi motori dovrebbero andare in giro scaglionate e in giorni alterni. Cercando di capire il motivo, visto che c'erano già altre macchine parcheggiate nella piazza e spiegando le proprie necessità, quelli della Armata Brancaleone (li chiamerò così per la loro intraprendenza nonché spirito indomito) alla fine, con fatica e costanza, sono riusciti a far valere i propri diritti facendo presente che: esistono delle Leggi che permettono ai mezzi al servizio dei disabili di transitare e sostare purchè non si arrechi pericolo o intralcio al traffico (Circolare Ministeriale - Ministero dei lavori pubblici - 7 marzo 1980, n. 310 - Circolare Ministeriale - Ministero dei Lavori Pubblici - 21 luglio 1997, n. 3816 - Decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1996, n. 503 art. 11)

che, guarda caso, il nostro vigile non conosceva o non ricordava. Fin qui tutto " normale " voi direte, ma il bello viene dopo quando ritornano presso le loro autovetture e vedono delle motociclette parcheggiate, appiccicate, ad esse in modo da ostacolare l'entrata, alla faccia dell'accesso e sosta controllata. A questo punto cercano il vigile, non trovano quello di prima ma un altro e questo alquanto infastidito chiede chi l'avesse autorizzati ad entrare. Ed allora giù di nuovo a citare e spiegare gli articoli di legge ecc. ecc..

Ecco quì sotto l'articolo:

18/08/01 Se avrete occasione di recarvi a Portovenere e siete disabili scordatevi di trovare una civile accoglienza dai vigili locali; non troverete certamente dei parcheggi riservati liberi e non vi permetteranno di parcheggiare la vostra vettura nella piazzetta principale (in netto contrasto con la normativa vigente).. troverete altresì auto straniere e moto occupanti i pochi posti disponibili prive di contravvenzione! Scordatevi altresì di trovare dei bagni accessibili, gli unici pubblici sono nella piazzetta della Madonna Bianca e raggiungibili solo dopo una rampa di scale! Noi (un gruppo di 7 disabili) siamo stati umiliati e insultati dai vigili locali solo perchè volevamo visitare la "perla ligure"

 

 

 Un'altra cosa che ha dell'assurdo è successa quest'estate che riporto qui sotto, pari pari, anche perché non mi vengono le parole per commentarla.

06/09/01 Iglesias - Un disabile su una carrozzella con motore elettrico è stato multato da un vigile urbano perché transitava fra la gente in una piazza di Iglesias . L'uomo, Severino Foddis, di 60 anni, di Gonnesa, che dovrebbe pagare 127 mila lire, si è rivolto ai carabinieri per esporre il fatto.Ieri mattina il disabile ha comunque incontrato il sindaco di Iglesias , Paolo Collu, che ha chiesto scusa a nome della città per quanto accaduto.Il fatto è avvenuto lunedì sera, alle 20,30, quando Foddis ha attraversato la piazza Sella con la sua carrozzella. Un vigile urbano ha notato che il suo mezzo avrebbe potuto travolgere alcuni bambini e gli ha intimato l'alt. L'ha quindi bloccato, contestandogli il transito in luogo chiuso al traffico con pericolo per i cittadini (art. 158 delle Codice della strada) ed è scattata la multa.Una volta giunto nei pressi della sua autovettura, che utilizza per i lunghi spostamenti, Foddis ha trovato sul parabrezza anche una seconda multa. «È strano, ho il tesserino di invalido e posso parcheggiare in divieto se non intralcio il traffico», ha commentato il disabile. multa obbligata.gif (26503 byte)

 

E non finisce qui!

 18/08/01 Oggetto: Ugento  e i disabili.
Caro Sindaco,Siamo da poco rientrati da un periodo di ferie a Tor San Giovanni. Un maresplendido, una ospitalità e una accoglienza inaspettata. Di questo la ringrazio, perché Lei rappresenta tutti gli Ugentini.
C'è un però. Ho avuto una disavventura con i vigili urbani della suacittadina. Abbiamo un figlio disabile, e abbiamo notato la assoluta penuriadi posteggi riservati ai disabili.
Per due volte abbiamo posteggiato la macchina e abbiamo al nostro ritornotrovato la multa sul parabrezza.
In entrambi i casi abbiamo parlato con i vigili che hanno fatto il verbale, dicendo loro che esiste una legge che ci consente di posteggiare senza essere multati: è un Decreto del Presidente della Repubblica (il 503/96).
Ci hanno risposto: "e dove sta scritto?" e hanno poi aggiunto che comunque eravamo liberi di fare ricorso.
Ci siamo recati al comando dei vigili e ci hanno risposto di nuovo allo stesso modo: "faccia ricorso". Si immagini lei che per un clamoroso errore dovuto alla non conoscenza della legge da parte di chi dovrebbe farla rispettare (i vigili) io dovrei fare un viaggio di 1200 chilometri!
So che alla fine gli amici con cui eravamo il vacanza sono finalmente riusciti a avere una risposta dal comando dei vigili (che per 12 gg ci hanno detto "richiami"): hanno detto: "ci mandi per FAX una breve ricostruzione dei fatti e. la legge" !!!! Non ho ovviamente nessun problema a farvi avere copia di una legge (a Roma presiedo la commissione che si occupa di Statuto e Regolamento!) anche se di nuovo resto un poco stupito per la richiesta.
Distinti saluti ecc..

Hai capito Betty!? Sembra che questi vigili controllori, "ragionano tutti allo stesso modo!"
E
dopo questi fatti mi è sorta una domanda, : "la cosa, non sarà per caso contagiosa?"

Questa mattina ho avuto la risposta, quando dopo aver fatto fisioterapia presso la ASL del mio paese, situata nel centro città con scarsi posteggi riservati ai disabili e come spesso accade impropriamente occupati (una vera Odissea ogni volta), noto con grande savoir faire (parolacce a non finire), che sul parabrezza della mia autovettura c'è una contravvenzione per sosta vietata. Vado al comando dei Vigili per chiedere spiegazioni ed indovinate che risposta ho ricevuto? Faccia ricorso.

 Ma che contagiosa!     E' un'epidemia!!

Home page     Seconda pagina