HOME PAGE SECONDA PAGINA LINKS

Allora come vogliamo essere chiamati?

In tanti si sono cimentati nel trovare una giusta definizione per tutte quelle persone che hanno dei problemi: motori, psicologici, visivi, di udito ecc..

Insomma tutte quelle persone che comunemente venivano chiamate handicappate.

Certo è un termine che spesso viene usato per offendere e per questo si è cercato di trovare un'altra parola per definire (tra virgolette) una persona che ha dei problemi, fisici più che altro.

Alla fine siamo arrivati a : "Diversamente abili".

Oh, finalmente! Un termine, semplice e non discriminante.

È solo che ogni volta che lo sento, mi viene da ridere, mi stona, non mi rappresenta, perché effettivamente io ho delle difficoltà, che non mi rendono per niente "diversamente abile". Comunque a parte questo (che non è poco) le persone comuni sono un po’ confuse, perché non sanno più come chiamarci.

Ultimo caso: mentre ero in aeroporto,e come per tutti quelli che sono in carrozzina che non possono passare per il metal detector, mi accingevo a fare il controllo manuale (quello dove ti mettono le mani dappertutto!) L'addetta nel chiamare il suo collega per l'operazione, lo esortava a venire perché c'era:" un disab, un divers, un...," alla fine non trovando il termine è uscita fuori con:

"c'è una carrozzina, che deve passare!"

Io, una carrozzina...!

Allora dico che forse è inutile trovare dei nuovi termini, l'importante che d'avanti a qualsiasi aggettivo ci sia la "persona":

persona in carrozzina

persona sorda

persona cieca

persona zoppa

persona anziana

persona stronza...

 

Home page     Seconda pagina