HOME PAGE SECONDA PAGINA LINKS

SUPER HANDICAP

 Benvenuti al nostro consueto appuntamento settimanale, che può essere mensile o annuale a seconda delle volte che ci ascoltate.

Questa volta vi parlerò di una specie che non rischia l’estinzione, come la maggior parte che si trova su questo pianeta, anzi è in continuo aumento:

GLI SMIDOLLATI

nome scientifico: midollus interruptus;
fa tornare in mente un altro trauma "coitus interruptus", che anni prima era imposto o consigliato nei rapporti sessuali per evitare “spiacevoli” conseguenze, che poi in realtà non fu così, ma questa è un’altra storia.

 Appartengono alla famiglia dei mammiferi, papiferi, fratelli, sorelle, parenti e amici, insomma basta che c’è qualcuno che li “scarrozza”.

 Gli individui in questione sono particolari in quanto non nascono già "smidollati", ma ci diventano; i modi vanno dai più elementari e banali ai più complicati e spettacolari: incidenti d’auto e moto, bici, tuffi, corsa, cavallina, schiaffo del soldato,colpo della strega (quando il marito torna tardi e non ha una valida giustificazione), kama Sutra,.......
(potrei continuare all'infinito, ma mi dicono di tagliare).

 Sono alquanto estroversi quando si trovano in compagnia, ma per la maggior parte dell'anno rimangono chiusi nelle loro "tane", perché la loro “diversità” non trova agganci mentali nella diversità degli altri.(che vorrà dire poi non lo so, ma suona bene). Comunque sono facilmente rintracciabili, dalle urla di disappunto che lanciano le loro mamme o compagne, per quelle antistetiche strice che lasciano sul pavimento di casa, specialmente nelle giornate di pioggia.

 Gli Smidollati, si differenziano tra loro dalla lesione,
dalla carrozzina che usano,
da come vanno in carrozzina e da come vengono mandati a quel paese......,
ma in particolare possiamo distinguerli in due gruppi, specie o sottospecie:
I Paraplegici e i Tetraplegici.

I primi spesso vengono apostrofati: "se non fosse per la carrozzina saresti normale" perché riescono manualmente a svolgere nel raggio e nell'altezza di 1/2 metro tutte le operazioni di vitale importanza: "tagliarsi le unghie, scaccolarsi, grattarsi, truccarsi, pigiare i bottoni in ascensore, mettere lo smalto alle unghie, depilarsi, dare pizzicotti, infilarsi una supposta.

 I secondi spesso vengono apostrofati: "ma come non ci riesci, quell'altro che è come te in carrozzina lo fa"
Alcuni portano alle mani dei guantini con cui si aiutano a spingere la carrozzina, oppure ci incastrano dentro piccoli oggetti per uso quotidiano: penna, spazzolino, posate, pistole, fucili da caccia, ecc.
Un particolare che contraddistingue un tetraplegico è la terza mano cioè la bocca (labbra, denti e lingua) tetreartista.gif (3940 byte)con la quale fa di tutto come afferrare oggetti vari, scartare caramelle, comporre numeri telefonici, aprire bottiglie e addirittura difendersi (da certi morsi altroché Hannibal the Cannibal); qualcuno molto esperto riesce persino ad acchiappare mosche e zanzare.
Tutte e tre le mani comunque non fanno per una.
Per questi continui esercizi con la bocca, il tetraplegico ha sviluppato delle notevoli capacità e non mi stupirei affatto se un giorno si cimentasse in una nuova attività professionale:
"prestazioni orali"!
(Eh, scusate un attimo, mi dicono dalla regia che c’è già qualcuno che lo fa).

Oltre a questo hanno anche un nomignolo in codice: che va da C2,a S5 (il C1 c'è ma è come se non ci fosse..).      Se lo porteranno addosso per tutta la vita, dato loro dai medici sapienti, in base al punto di rottura (e che rottura...) della colonna vertebrale detto anche:"point of no return". Infatti potremmo qualche volta sentirli tra loro dire:" Ah, io sono un  C4, o C5/C6, o D2, o T11, o L2 o S3 e così via... e tu?"

Tipico verso dello smidollato, in una giornata di pioggia: "CHE PALLE";
mentre in una giornata di sole: "CHE PALLE".
Le espressioni sono uguali ma cambiano di tono e di intensità.
Talvolta per riuscire a comunicare con loro le persone gli si rivolgono con esclamazioni tipo:
QUANTO SEI PALLOSO/A

 Il maschio dello Smidollato si riconosce, nella maggioranza dei casi, per la sua aria trasandata, barba lunga, faccia di chi si è alzato tardi, peli sparsi per tutto il corpo, spalle e pancia larghe, spesso gira su due ruote (impenna, dal verbo guarda quanto sono bravo),ma soprattutto per quello sguardo da: " ce l'ho con tutto il mondo. Se ne ha la possibilità si cimenta in tutti gli sport, (la rivincita dell’uomo alto 1,65cm che gioca in modo spavaldo a pallacanestro), specialmente in quelli che prima considerava "pericolosi" (quando si dice: "ma non ti basta mai!").
Piccola nota: se vi capitasse di uscire con lui, donne state tranquille, forse è uno dei pochi che non tenterà di portarvi a letto! (mi domando come farebbe)

Anche la femmina, in numero molto minore (non sarà per caso più furba?) prende i vizi del maschio, ma al contrario di lui, tende subito a rifarsi bella con rimmel, fard, rossetto e quant'altro la cosmetica le mette a disposizione; nonché indossare un abbigliamento intonato con i colori della carrozzina. Qualche volta puoi sentirla canticchiare la sua canzone preferita “siamo donne oltre le gambe c’è di più”(mai testo è stato così appropriato), e finiscono rivolgendosi al maschio:”attento che cadi, attento che cadi”,
il quale toccando qualsiasi cosa per gli scongiuri pensa sconsolato:” ANCORA !?”     

Difficile trovare coppie fra smidollati, sono più frequenti le coppie miste (non sono razzisti e di mentalità molto aperta) e di norma l'accoppiamento anche se difficile, conserva le stesse caratteristiche della specie da cui provengono, tranne che per le posizioni. Infatti se i normodotati si accoppiano nelle posizioni più diverse(citarle non è doveroso)
gli smidollati si devono accontentare con:
Posizione detta:”Del Missionario”
Posizione detta:”Della Missionaria”
Si racconta di rapporti (molto rari) tra smidollati i quali dopo…, hanno avuto bisogno dell’intervento dei pompieri, che armati di fiamma ossidrica, pazientemente sono riusciti a districarli.

Approccio e corteggiamento:
il comportamento dei maschi si rifà a quello animale del pavone infatti usa fare la ruota girando in tondo come uno scemo, impennando e dicendo tutto quello che gli viene in mente,certe stronzate, queste ultime comuni anche ai non carrozzati;
mentre il comportamento della femmina non cambia molto a come era prima, nel senso che "nessuno c'ha mai capito qualcosa!”

Utilità e impiego:

la gallina da le uova;
il gallo da la sveglia;
il manzo e tutta la sua famiglia danno la ciccia (a malincuore);
le prostitute, il piacere;
i finocchi, il pinzimonio;
i calciatori, le figurine;
il lama sputa (questo potrebbero farlo anche loro, ma non sta bene);
insomma tutti riescono a trovare (o gliela trovano) una collocazione in questo mondo,
tranne lo smidollato, anche perché non sta quasi mai fermo,
io vorrei sapere chi c…. gli ha dato le carrozzine!!

Tra gli smidollati più conosciuti vi sono: Clay Regazzoni, Ambrogio Fogar, Frank Williams, Christopher Reevs, Roberto Sforzi e Carmelo Comisi. Non ce ne vogliano coloro che non sono stati nominati, ma per problemi di spazio ci siamo limitati a quelli che ci hanno dato di più.

Per questa puntata è tutto, se avete qualche domanda o curiosità da soddisfare non esitate a scriverci o visitate il nostro sito Internet:

vu vu vu   punto Telodicoiocomevailmondo  punto   it o com o net o etciù o godooo,
non mi ricordo bene, ma voi per non sbagliare metteteli tutti.

Se, come penso, saremo sommersi dalle vostre richieste approfondiremo di più certi aspetti dello Smidollato che in questa puntata abbiamo solo accennato.

Saluti e come si dice da noi:”fate girare......le notizie”!(per far girare le altre cose....non c'è bisogno che ve lo dica)