HOME PAGE SECONDA PAGINA LINKS

L'idea mi è venuta quando un'amica vedendo il mio sito, in particolare leggendo alcune mie considerazioni, è stata colta da  sincero impulso riflessivo , così ha voluto inviarmi dei pensierini e lo ha fatto con un tale modo, che non ho resistito alla voglia di metterli nel sito degli smidollati, con lo scopo di invogliare tutti coloro che hanno avuto gli stessi pensieri o qualcosa di simile,ad inviarmele in modo da inserirle in questo spazio.
Vorrei così sapere e far sapere quando e quanto gli smidollati possono portare ad esternare ed alterare quell'istinto animalesco che è in ciascuno di noi (tipo:" non mi rompano i coglioni", o "faccio come mi pare, che vengano pure a dirmi qualcosa").
Grazie anticipatamente a tutti.  

18 marzo 2002
Caro Ivo, grazie per avermi inviato il tuo nuovo pezzo, è bello, anche se chiunque si ritiene "touchè", come si dice.
Non faccio parte degli infrazionisti, mai parcheggiato lì, come si dice,però non mi viene troppo da ridere
perchè comunque, pur non sentendomi chiamata in prima persona, confesso due pensieri fatti spesso quando sono ore che giro per un parcheggio e non lo trovo mai:

1 primo pensiero: cazzo che culo che c'ha quel tipo disabile ( che vedo
tutti i giorni) arriva e parcheggia ( pensa che a napoli fanno i timbrini
falsi...rido di me stessa)

2. disabile che parcheggia in zona non riservata: cazzo mi ha rubato il
posto! mi domando per una frazione ( faccio un lavoro in cui il pensiero
perverso è la regola: l'avvocato): è par condicio che i disabili possano
parcheggiare anche in posti non riservati? in questo modo non hanno una
possibilità in più di noi? risposta: Marina che cazzo dici! i posti sono uguali per tutti.

E' la dimostrazione pratica che in macchina ogni istinto più bestiale viene
fuori...ogni commento è superfluo