HOME PAGE SECONDA PAGINA LINKS

 

Ma che dici, davvero? Quello che non muoveva niente, bè a parte la testa, si è diplomato?

E si è anche iscritto all'università. Sai non vuol dire che se non ti funzionano più di muscoli, il cervello si grippa, continua a funzionare. Al contrario di quanti pensano e sostengono il detto:
" mens sana in corpore sano"!

Lo so, ma spesso le difficoltà fisiche ti portano ad un rallentamento, se non addirittura ad un rifiuto di tutte le attività sociali, figurati ritornare a scuola.

Io penso che all'inizio sia per tutti così, perché il rapporto testa corpo, è molto stretto.

Fino a prova contraria sono attaccati!

Fammi finire! Prima forse il corpo aveva ragione sulla testa,mentre ora, è la tua testa che lavora di più.

Ecco perché da un pò di tempo c'ho sempre il mal di testa.

Quello non è perché pensi troppo, ma sono le corna che spuntano, e più è dura la capoccia, tanto è più il dolore, amico mio.

Ha parlato Dongiovanni, lo sciupa femmine carrozzato!

Vorresti dire che siamo diventati dei pensanti, tutto cervello e nient'altro? Degli inerti capoccioni?

Non dico questo, ma capita di pensare a tante cose prima di farne una, ............faccio un' esempio:
voglio andare a prendere un caffè al bar, una cosa all'apparenza alquanto banale.

Prima, come ti veniva voglia eri già alla porta di casa, andavi verso la macchina, entravi dentro............ quattro parolacce perché non trovavi le chiavi, ritornavi dentro casa, le trovavi dove non dovevano essere, prendevi la macchina, andavi al bar e non volendo fare più di 5 metri a piedi parcheggiavi fra due auto lì vicino, ed uscivi a mo' di sardina.
Entravi, ordinavi il caffè, ti guardavi intorno, e magari non trovavi gli amici con cui di solito scambiavi due chiacchiere. Pagavi, uscivi e ti accorgevi che pioveva, dicevi altre quattro parolacce e correndo ti rinfilavi in macchina a mo' di sardina.
Cercavi di parcheggiare vicino casa, ma nel frattempo altri avevano occupato gli spazi più vicini, allora correndo sotto la pioggia arrivarvi senza fiato al portone, dove "bucinando" in tutte le tasche per trovare le chiavi giuste e dicendo altre quattro parolacce, finalmente entravi incontrando tua moglie che con un sorrisetto ironico diceva: "già di ritorno?"

Ora, prima di uscire devi controllare com'è il tempo, pensare a quando hai fatto l'ultimo cateterismo, sennò provvedere, prendere un giacchino o una felpa perché non si sa mai,  prendere le chiavi e mentre aspetti qualcuno che ti accompagni alla macchina per aiutarti a caricare la carrozzina, pensi:" ci sarà un posto per parcheggiare abbastanza vicino, mi vedranno dal bar per aiutarmi ad entrare, ci saranno gli amici per quattro chiacchiere, sarà meglio che li chiami prima per sapere se ci sono, ma poi mi dico che vado lo stesso; e quando vorrò tornare chi sarà il "furbo di turno" che dovrò far chiamare per spostare la sua macchina appiccicata alla mia". Insomma, tanti punti interrogativi!
Pensa che ti ripensa, piano piano ti convinci che poi tutta questa voglia di caffè non c'è, anzi, se lo prendi poi non dormi e allora capita che tua moglie ti sorprenda con un ironico: "ma come non esci più?"

Tu per me pensi troppo e ti complichi la vita!

Anche per me, figurati io sono ritornato ad andare a caccia!

Ma come, non sei tu quello che è caduto da un capanno mentre sparava agli uccelli?

È così, ma come in un romanzo di Stefen King "a volte ritornano", ed io come apre la caccia faccio un giro di telefonate tra gli amici e poi vado, chi c'è c'è, se dovessi fare come te, quando mai uscirei di casa.

Gli do ragione, perché è vero che ci sono delle difficoltà maggiori per svolgere anche le più semplici cose ma è altrettanto vero se non ti armi di sana incoscienza Vil_Coyote.gif (4509 byte), io la chiamo così quella molla che ti spinge a fare cose che  pensavi di non riuscire più a fare, come: studiare, lavorare, sposarsi e tirare sù figli, fare sport : paracadutismo,deltaplano,pilota d'aliante, pilota di autosportive, vela, canoa, persino alpinismo( ma questa ve la dò con beneficio d'inventario) guidare una auto, una moto, suonare, cantare......

Si, ballare, saltare, andare in bicicletta! Per me già il fatto di vivere da solo mi impegna tutto il giorno, e poi, ehi sposarsi? Quelli che hanno già una compagna o fidanzata, va bene, ma io che non ho ancora una ganza, pensi che sia facile trovarne una?

Eppure io sarei un buon partito,.........................................................
Nonostante tutto questo, non ho ancora una compagna. Mah i misteri della vita!

E ci credo! Se fossi una donna, manco se mi paghi!

Non hai tutti torti, e poi ora che si è risolta abbastanza bene "la faccenda" con il Viagra, manca il più!
Sentite questa: tempo fa, telefono ad un mio amico tetra, uno che ha provato e continua a provare di tutto:

dalle erbe aromatiche alla marijuana, agopuntura, pranoterapia, da padre Pio a Don Matteo, 4AP e 2HB, Enervit, Lavazza e il 90% dei prodotti pubblicizzati sui canali Mediaset, comprese le creme anticellulite;
gli chiedo se avesse mai provato il Viagra (ancora in Italia non era veduto). Potete immaginare la sua risposta!

"Chi, io? Ma certo, mi fa, quante scatole ti servono!
Calma, calma, prima dimmi com'è! Se funziona?
Su di me funziona, anche troppo, c'è solo piccolo problema..., mancano le donne!"

Così ho voluto provare anch'io, mi informo presso l'urologo che mi ragguaglia sugli effetti collaterali, non ce ne sono di particolari, l'unica condizione non più di due volte la settimana.

Già, due volte la settimana! Io dopo sto periodo di astinenza forzata, mi organizzo come dico io e ne prendo due scatole, mi dovranno portar via con il 118..., per overdose!

Ti ricoverano non per overdose, ma per trauma muscolare al braccio destro!

Scusate..., posso continuare?
Allora mi faccio fare la ricetta dal mio medico, e quì tutto facile, poi si pone "il problema" di andare in farmacia; addirittura se si tratta di supposte, dai da intendere che non sono per te, figuratevi per qualcosa così. Mi faccio accompagnare da un amico e ritiro tra le tante confezioni di medicinali (Ditropan, Urodies, Durcolax, Leoresal ed altre schifezze che prendo) la scatoletta di pasticche blu.
Il farmacista mi dice L. 110.000.
Che? Gli dico che si sbaglia. Così mi prende da una parte e mi dice che la confezione di Viagra costa L. 80.000, faccio telefonare al mio medico e subito la cosa si chiarisce (per casi particolari quali lesioni midollare il farmaco è mutuabile), ma nel frattempo ci sentivamo addosso l'attenzione di tutti e il mio amico tutto rosso, nell'uscire mi fà: "almeno dopo sta figura, me ne fai provare una"?!
Finalmente la provo, volevo fare una sorpresa alla mia ragazza, di norma viene tutti i giorni a casa mia dopo pranzo intorno alle tre. Così mangio qualcosa alla svelta, sempre meglio a stomaco pieno..., e mi prendo la pasticca con lo stato d'animo del dottor Jekyll, aspettandomi chissà quale trasformazione, e mi metto a girare per casa. Ogni tanto controllo per vedere eventuali "sviluppi" e dopo un po' eccolo lì nella sua fierezza!
Poi squilla il telefono che mi annuncia l'impossibilità del suo arrivo, che merda!
Sono stato più di un'ora "in tiro", girando per casa come uno scemo!

Per più di un'ora?

Anche di più!

Mi prendi giro, ma vaffa.....

Prova!

Se è così, mai più brutte figure!

Parla per te.

Pensate se inventassero una cosa del genere anche per le donne, non ce la farebbe neanche Rudy.

E chi è!

Uno che conosco, che si vanta di non lasciarne mai una insoddisfatta.

Vedi quanto siamo scalognati, mentre l'uomo tendenzialmente è per :"basta che c'ha il buco e respira" per la donna non è così, ovvero "basta che ce l'ha duro e respira", altrimenti noi tetra si tromberebbe come ricci. Che sfiga!

Il Viagra non è sempre affidabile! A me non ha fatto effetto quando era il momento, e si che ho letto e riletto le istruzioni diverse volte; aspetta, aspetta......., non sentiva ne ragioni o doveri, ho provato anche con le maniere forti.

Ma chi c'era con te la moglie di frankestein?

Spiritoso...., no tua sorella!

Mi dispiace, figlio unico!

E poi cosa hai fatto?

Niente, ci siamo rivestiti, ma quello che mi ha fatto uscire di testa è che dopo un po' eccolo lì, gonfio, a tirarmi i pantaloni, quasi a dirmi con aria innocente:"che è troppo tardi?" Ma VAFFA..............!!!!!!!!!!

Qualcuno ha detto che l'organo sessuale più importante è quello che sta tra le nostre orecchie;

Ecco perchè mia mamma m'ha fatto con questo naso lungo!

E il pisello piccolo.

Scemo, è il cervello l'organo sessuale in questione! Nel tuo caso non cambia niente, piccolo x piccolo!

Ehi, ma sempre sul sesso vanno a finire gli argomenti? Ma pensate alla salute che è meglio!

Già, la salute. Basta la salute e un paio di scarpe nuove.

notes_009.gif (16233 byte)
basta 'a salute...
quanno c'è 'a salute c'è tutto...
basta 'a salute e un par de scarpe nove
poi girà tutto er monno...
e m' 'a accompagno da me...

Pe' fà la vita meno amara
me so' comprato 'sta chitara
e quanno er solo scenne e more
me sento 'n core cantatore.

La voce è poca ma intonata,
nun serve a fa' 'na serenata
ma solamente a fà 'n maniera
de famme 'n sogno a prima sera...

Tanto pe' cantà..............

Ehi, mica siamo a Sanremo, dove vi credete d'essere, quì c'è gente che stà male.
Forza ognuno nelle proprie camere!

Grazie infermiera, proprio quello che ci voleva!!